Cashback di Stato, Come Funziona e Come Ricevere il Bonus di 150 Euro

Negli ultimi giorni ti sarà sicuramente capitato di leggere la parola Cashback di Stato: sono tanti, infatti, i giornali e i programmi tivù che stanno sponsorizzando e informando i cittadini di questa interessante manovra che il Governo italiano ha posto in essere. Tuttavia, prima di procedere oltre, è bene che tu sappia cosa sia effettivamente il Cashback di Stato, e quale sia la sua funzione fondamentale. Inoltre, per un discorso di completezza di informazione, ti verranno fornite tutte le informazioni inerenti i requisiti fondamentali da avere per poter usufruire dei servizi messi a disposizione dal Cashback di Stato.

Cashback di Stato: di cosa si tratta?

Da un punto di vista più specifico e circoscritto, Cashback di Stato è una nuova manovra proposta dal Governo italiano che ha come scopo principale quello di incentivare l’economia italiana (specialmente in seguito alla pandemia da COVID-19 che sta avendo ripercussioni drammatiche sul sistema finanziario italiano) ad utilizzare le carte di credito, andando così anche a contrastare episodi di evasione fiscale.

Trattandosi di un’iniziativa ancora in fase sperimentale, il Governo ha proposto innanzitutto quello che potrebbe essere definito un vero e proprio periodo di prova, volto a constatare se effettivamente tale iniziativa abbia un riscontro concreto tra i cittadini. Se ti stai chiedendo quale sia la durata di questo periodo di prova, la risposta è semplice: il Governo ha proposto un primo periodo che va dal 08/12/2020 al 31/12/2020. Grazie a questo primo arco temporale, seppur ristretto, sarà possibile coniugare tutti quelli che sono i crismi imprescindibili di utile e dilettevole.

Da un lato il Governo avrà l’occasione di sperimentare questa nuova manovra, dall’altro lato gli italiani che dovranno sostenere le spese natalizie potranno beneficiare di un piccolo rimborso che fanno riferimento agli importi effettivamente spesi. Il funzionamento del cashback è semplice ed intuitivo, e tutto passa attraverso l’App IO che ha come scopo principale quello di gestire tutto quello che è il funzionamento del Cashback Extra Natale.

Cashback di Stato

Come funziona il Cashback di Stato

Il cashback di stato consiste, sostanzialmente, in una sorta di rimborso pari al 10% rispetto all’importo speso; tale importo può arrivare fino ad un massimo di 150€, denaro che viene accreditato sul portafoglio virtuale che si trova nell’App IO. E’ doveroso tenere a mente, però, che il cashback di stato funziona solo ed unicamente per gli acquisti nei negozi fisici, eliminando così la possibilità di poter procedere a degli acquisti presso i negozi online.

Per quanto riguarda l’app IO, è importante sottolineare come questa sia il mezzo principale attraverso il quale è possibile accumulare il denaro che viene rimborsato ad ogni acquisto. Il primo fattore fondamentale che devi considerare, è che solo coloro i quali siano in possesso dello SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) possono usufruire effettivamente di questo servizio; qualora tu non ne sia in possesso, non devi fare altro che registrarti sul sito di Poste Italiane e seguire la procedura necessaria per poter avere lo SPID.

Una volta fatto questo passaggio, che equivale a tutti gli effetti ad avere una vera e propria carta d’identità digitale, non resta che accedere all’applicazione IO ed inserire tutti i dati inerenti la propria carta di credito, di debito o bancomat. Il cashback può essere richiesto da tutti i componenti del nucleo familiare; nel caso in cui si dovesse avere una carta cointestata, uno degli intestatari potrà recarsi a fare le spese necessarie utilizzando la medesima carta.

Come richiedere il bonus

Come anticipato, la richiesta del cashback di stato soggiace ad una serie di requisiti fondamentali, in assenza dei quali non è possibile in alcun modo procedere alla richiesta. Il primo di questi requisiti è sicuramente quello di avere diciotto anni e di essere residente in Italia; un altro requisito fondamentale è che gli acquisti devono essere fatti solo da persone per interessi privati (e quindi al di fuori di qualsiasi attività d’impresa, professione o arte).

Se sei in possesso di questi requisiti fondamentali, l’ultima cosa da fare è quella di munirti dell’App IO e cominciare a fare i propri acquisti.
Trattandosi di una manovra ancora in fase di prova, il Governo ha già stilato una serie di date che comprenderanno altri cicli suddivisi in sei mesi:

  • 1° Semestre dal 1/1/2021 al 30/6/2021
  • 2° Semestre dal 1/7/2021 al 31/12/2021
  • 3° Semestre dal 1/1/2022 al 30/6/2022

In definitiva, quindi, è possibile affermare che il cashback di stato sia un mezzo attraverso il quale il Governo italiano intende arginare nel migliore dei modi tutti quelli che sono eventuali fenomeni di evasione fiscale, fornendo in questo modo al cittadino tutti quelli che sono i mezzi necessari per poter coniugare sia l’utile che il dilettevole. Se da un lato, infatti, il Governo in questo modo intende cercare di contrastare l’illegalità, dall’altro lato il cittadino si sente anche invogliato ad utilizzare la carta di credito anche per gli acquisti minori, contribuendo così in maniera decisiva a creare un sistema finanziario onesto.

Leave a Reply