Carta di Credito Diners Club Classic Limited Edition e Vintage: Requisiti, Opinioni e Recensione

La Diners Club è probabilmente, assieme all’American Express, una delle carte di credito più famose in tutto il mondo. Un logo iconico, ma una storia bancaria ben più iconica, fanno della Diners Club una scelta di molti viaggiatori, grazie anche ai suoi indubbi vantaggi offerti. Sebbene non disponga di un IBAN, come ogni altra carta di credito, la facilità di pagamento è data dall’accettazione del circuito Diners pressoché mondiale. A differenza dell’American Express, inoltre, il Diners Club offre anche di una certa fama nei circuiti di ristorazione, risultando spesso accettata in realtà estere dove i competitors potrebbero essere esclusi. Disponibile nelle versioni Limited Edition e Vintage, i costi sono decisamente diversi, così come le funzionalità.

Costi e limiti della carta

I costi di gestione vanno da un canone mensile di 10 € dal secondo anno in cui si possiede la carta Limited Edition mentre è 170 € all’anno per la Vintage. Il primo anno della Limited è gratuito, interamente, in quanto funziona da “periodo di prova” della carta. I limiti di una carta di credito sono virtualmente infiniti, ma l’utente ha la possibilità come meccaniscmo di protezione di impostare un limite, l’autenticazione in due fattori e il controllo telematico delle autorizzazioni in modo da rendere molto più sicuro l’intero processo da entrambe le parti.

Carta Diners Club
Carta Diners Club

Proprio riguardo la sicurezza, la Diners Club Vintage ha delle funzionalità aggiuntive molto interessanti: la protezione acquisti fino a 75€ in caso di furto e un servizio molto interessante, legato al ridare la differenza nell’acquisto di due articoli identici. Se entro 30 giorni dal primo acquisto si trova lo stesso articolo a un prezzo minore, Diners Club restituisce la differenza. Questi servizi non sono inclusi nella Limited Edition.

Altre opzioni sono disponibili per aziende e professionisti, con alcune carte specificatamente studiate per i viaggi, come il Conto Viaggi, in partnership con molte agenzie di viaggio e quindi adatto ad usufruire di sconti speciali. I costi sono quelli tipici di una carta di credito e potrebbero apparire poco convenienti in determinate occasioni, ma è pur sempre da considerare la possibilità di usare queste carte in situazioni di emergenza e come fondi extra.

Le commissioni per i prelievi da Bancomat autorizzati sono del 4,5% dell’importo totale selezionato, mentre i pagamenti per il carburante sono di 0,77€. I Telepass e i pagamenti con Viacard Diners sono 1,55€, ma altre commissioni vengono applicate, come quelle di eventuale recupero credito (15% dell’importo totale) oppure operazioni in valuta estera. Il costo per il rilascio della carta Diners Club è di 61€.

App e compatibilità Google Pay ed Apple Pay

Come quasi tutte le altre carte di credito, la Diners Club, appartenendo al gruppo di carte Discovery, permette di pagare tramite Google Pay, Apple Pay, Samsung Pay e il BMO Harris Bank, un sistema che collabora a stretto contatto con Diners Club e si avvale anche del circuito Masterpass. La procedura per collegare la carta è identica a tutte le altre carte, mentre per l’app è disponibile soltanto una curiosa app per consigli di viaggio e la presenza o meno di vantaggi negli aeroporti e nei luoghi in cui ci si trova.

Verificare il saldo della carta ed i movimenti

Quanto detto sopra, apre un interessante interrogativo: come controllare i movimenti e il saldo? Ovviamente, sul sito è disponibile l’area per farlo, ma questo è anche l’unico modo oltre all’estratto conto mensile ricevuto. Un’opzione piuttosto scomoda rispetto agli standard a cui si è abituati negli anni, ma allo stesso tempo sufficiente per una carta di credito di cui si dovrebbe fare un uso estremamente oculato. Per lo stesso principio, però, sarebbe utile poter tenere sotto controllo in un attimo la situazione, senza dover passare per un sito.

Come ricaricare la carta

Essendo una carta di credito, ovviamente, non può essere ricaricata. Tutti gli eventuali scoperti sono coperti tramite il conto bancario con IBAN collegato alla carta. Nel caso di ritardi eccessivi (più di 90 giorni) scatteranno, oltre alle more, eventuali azioni di recupero crediti, con penali e spese aggiuntive.Di particolare utilità il servizio Paysimple, il quale permette di rateizzare i pagamenti per una facile gestione delle spese.

Come richiederla ed attivarla

Per richiedere la Diners Club basta semplicemente accedere alla modulistica presente sul sito Diners, assicurandosi di avere a portata di mano un documento di riconoscimento, la tessera sanitaria (o codice fiscale), la documentazione del proprio reddito, con un minimo di almeno le due ultime buste paga e l’IBAN di un conto corrente. Inoltrata la richiesta e verificata la correttezza dei requisiti, nel giro di due settimane si potrà ricevere la carta. Il sito parla di 30 giorni lavorativi come tempo massimo, ma è raro che impieghino l’intera durata per l’invio della carta. Dal momento di ricezione, dopo un veloce processo di verifica nell’area My Diners, sarà possibile cominciare ad usare il conto.

Conclusioni, opinioni e considerazioni finali

Per l’uso privato, probabilmente, è molto occasionale, ma se si è patiti di shopping e di “ricerca dell’offerta”, la Diners Club Vintage è assolutamente consigliata. Per i viaggiatori, a loro volta, specie quelli che per lavoro devono percorrere km su km, il Conto Viaggi è l’occasione giusta per risparmiare, usufruire dei vantaggi Diners Club negli aeroporti internazionali e raccogliere punti, da usare in vari modi in base alle condizioni presenti sul sito. Anche in un mercato finanziario così versatile e libero come quello delle carte di oggi, la Diners Club si dimostra al passo con i tempi e una scelta di punta per viaggiatori, professionisti e veterani dell’affare del momento.

Leave a Reply