Carta Curve, la Carta che Riunisce le altre Carte di Debito: Vantaggi e Recensione

Carta Curve è una carta di debito nata nel 2015 in Gran Bretagna ed emessa dal circuito Mastercard. Questa permette di controllare tutte le carte in possesso in un unica carta. Si tratta di uno strumento sempre più diffuso negli ultimi anni, ma come funziona precisamente?In seguito andremo a vedere nello specifico quali sono le funzionalità, i vantaggi e le principali caratteristiche della Carta Curve.

Come Funziona Curve

La carta curve consente di collegare altre carte emesse da Visa o Mastercard. Per iniziare ad utilizzarla è necessario effettuare il download dell’app Curve e la registrazione. Per quest’ultima sarà necessario seguire tutta la procedura indicata, inserendo i propri dati personali e un documento d’identità. A questo punto l’app sarà attiva e per collegare le carte bisognerà immettere nella schermata che apparirà tutte i dati relativi ad esse. In questo modo si avrà dunque la possibilità di eseguire le operazioni con qualsiasi carta senza la necessità di averla a portata di mano. Per inserire ogni singola carta è tuttavia necessaria una procedura di verifica.

Visa e Cornèrcard lanciano la prima Carta di Credito Biometrica in Svizzera

La società leader delle tecnologie di pagamento ovvero Visa e Cornècard, sono riuscite a lanciare sul mercato per la prima volta nel mondo, la carta di credito biometrica, che consente ai titolari della stessa di effettuare i diversi pagamenti solo con una semplice lettura della propria impronta digitale.

Cornècard Biometric Gold Visa è questo il nome della nuova carta di credito biometrica. Le autrici di questa nuova invenzione sono due grandi società conosciute a livello mondiale: Visa e Cornècard. La carta in questione è in grado in particolar modo di effettuare pagamenti solo con un semplice tocco, senza la necessità di inserire il codice PIN. Grazie a tale dispositivo infatti non occorrerà più inserire un determinato codice per acquistare nei negozi tutto ciò di cui si ha bisogno ma basterà sfiorare il terminale della cassa per procedere con il relativo pagamento.

Pagamenti con Carta di Credito, Quante commissioni pagano i Commercianti per accettare pagamenti Elettronici?

L’utilizzo della carta di credito o di debito come metodo di pagamento è ormai sempre più comune; tutte le attività, a partire dal 2016 hanno iniziato a munirsi prontamente del POS per consentire a consumatori e clienti di pagare tramite moneta virtuale. L’abbandono del contante comporta infatti numerosi vantaggi a livello di contrasto all’evasione fiscale, in quanto è possibile tracciare ogni movimento ed inoltre consente di eliminare l’ingombro derivante dall’utilizzo e gestione del denaro contante. Tuttavia moltissimi esercizi commerciali sono ancora riluttanti all’installazione del POS e, soprattutto, all’accettare i pagamenti inferiori ad un certo importo a causa delle commissioni applicate. Ma quante commissioni pagano effettivamente i commercianti per accettare pagamenti con carte di credito o debito?

Commissioni POS: quanto costano

Le commissioni sui pagamenti effettuati con carta di credito vengono accreditate al commerciante, a seconda del tipo di carta, del circuito e soprattutto dell’importo della spesa effettuata. In moltissimi casi, gli esercizi commerciali rifiutano di accettare pagamenti per cifre inferiori ai 10 euro (i cosiddetti micropagamenti) in quanto molte banche prevedono un costo fisso per transazione pari all’1%, in questo caso corrispondente a 10 centesimi.

Migliore Carta di Credito Aziendale (per Carburante, Dipendenti ecc.)

In questo articolo andremo a scoprire quali sono le migliori carte di credito aziendali, per tutti coloro i quali hanno la necessità di rendicontare le spese di viaggi, trasferte, acquisti e carburante. Sul mercato italiano recentemente si stanno diffondendo molto le carte Soldo, carte di credito pensate appositamenet per l’uso aziendale e professionale.

Soldo è una carta aziendale prepagata aderente al circuito Mastercard, caratterizzata da un’interfaccia di amministrazione decisamente intuitiva e avanzata. È indicata per coloro che intendono semplificare e rendere più gestibili le spese aziendali. E’ disponibile in varie versione con diversi livelli di servizi inclusi: Soldo Business Start, Pro e Premium.

Carte Soldo Business, cosa sono e cosa è possibile fare

Le Carte Soldo Business possono essere utilizzate in tutto il mondo per effettuare pagamenti in negozi fisici e online e per ritirare denaro contante presso gli sportelli bancomat ATM. Questa tipologia di carte è indicata per essere affidata ai dipendenti, che potranno spendere importi per conto dell’azienda, controllandole i movimenti con l’apposita app. Con Soldo si rende facile la gestione del flusso di cassa tramite il suo pannello di amministrazione, impostando ad esempio dei limiti di budget per il singolo collaboratore.

Carte di Credito Gratuite Senza Conto Corrente: le Migliori Carte Gratis

La comodità di una carta di credito senza conto corrente è impagabile, soprattutto se si considera che in alcuni casi esse possono essere del tutto gratuite: ecco come funzionano e quali sono le migliori carte gratuite che puoi attivare anche se non hai un conto corrente bancario.

Le carte di credito consentono di effettuare spese mensili senza registrare effettivamente delle uscite, in quanto gli importi vengono detratti dal conto corrente generalmente il 10 del mese successivo. Ne consegue che normalmente una carta di credito vera e propria deve essere collegata al conto corrente, perché è su questo che poi verranno addebitate le spese sostenute e gli eventuali prelievi di contante. Tuttavia, esistono ormai in circolazione alcune carte che permettono di usufruire degli stessi vantaggi di una vera e propria carta di credito, senza però la necessità di dover aprire un apposito conto corrente e senza doverle collegare ad un preesistente rapporto bancario.

Carta di Credito Virtuale: Cos’è, Perchè Serve e Come Funziona, quali sono le Carte più diffuse in Italia che permettono di avere Carte Virtuali

Tra i più innovativi sistemi di pagamento, perfetti per le operazioni online, c’è la carta di credito virtuale. Ecco cos’è, come funziona e perché sceglierla e quali sono le carte virtuali migliori.

Con le tradizionali carte di pagamento o carte di credito, quando si fanno acquisti online è necessario indicare il numero identificativo della carta e, soprattutto, il codice di sicurezza CVV2 o CVC2. Quindi, a meno che non si navighi su siti controllati, c’è sempre una probabilità di incorrere in truffe, diffondendo i dati che permettono di addebitare denaro sulla carta o sul conto corrente collegato ad essa.

Ricarica PostePay Evolution: Tutti i Modi per ricaricare la carta PostePay Evolution

La carta Postepay Evolution è una carta prepagata con codice IBAN: questo significa che, a differenza della tradizionale Postepay, essa permette di effettuare operazioni alla pari di un vero e proprio conto corrente (fare e ricevere bonifici, accredito stipendio, domiciliazione utenze e così via).
La sua comodità principale, tuttavia, è data dal fatto che il saldo dipende dalla quantità di denaro che il titolare (o chi effettua pagamenti allo stesso) decide di caricare. Ecco perché è importante conoscere tutti i modi in cui effettuare una ricarica Postepay Evolution. Precisiamo che alcuni di questi modi sono gratuiti, mentre per altri è presente una commissione.

Codice CVV o CVV2 carta di credito: Cos’è, Dove si Trova, a Cosa Serve

Negli ultimi anni sempre più persone scelgono di effettuare acquisti online, eseguendo pagamenti in maniera semplice e veloce, tramite l’uso delle carte di credito. Quest’ultime sono sicuramente strumenti che garantiscono una grande praticità e comodità, ma possono inoltre permettere di effettuare transizioni online nella massima sicurezza, scongiurando il rischio di eventuali frodi. Le carte di credito hanno numerose informazioni al loro interno, principalmente dati anagrafici e dati relativi alla carta (numero, scadenza ecc.). Uno dei dati fondamentali per garantire una maggiore sicurezza è indubbiamente il CVV.

Il CVV, Card Verification Value, è un codice di sicurezza della carta di credito introdotto nel 1995, che è indicato anche con la sigla CVV2 per il circuito di pagamento Visa, mentre per le carte del circuito Mastercard la sigla è CVC2 (Card Verification Code 2). La funzione di ogni sigla è tuttavia la stessa, cioè quella di garantire sicurezza. Sono tanti i sistema di sicurezza delle carte di credito, come ad esempio l’sms di verifica o l’OTP, One Time Password, ma il CVV è sicuramente tra gli strumenti più utili. Ma a cosa serve esattamente questo codice, e come funziona?

Requisiti Carta di Credito: Quali sono quelli necessari per fare richiesta e ottenere un Credit Card

Non tutti e a tutte le condizioni possono sottoscrivere una carta di credito. Vediamo quali sono i requisiti necessari per richiederne una e ottenerla. Il funzionamento di una carta di credito basta a spiegare perché non sempre è possibile sottoscriverne una: infatti, con questo strumento di pagamento, l’istituto finanziario non fa altro che anticipare soldi ad un cliente, salvo poi prelevarli una volta al mese, solitamente attorno al giorno 10 del mese successivo le spese effettuate, mediante addebito sul conto corrente bancario. Questo è tipico del funzionamento delle carte di credito, strumenti di pagamento che consentono di andare a spendere somme anche in misura superiore a quanto ammonta la disponibilità effettiva sul proprio conto corrente.

E’ evidente, dunque, la somiglianza con il meccanismo dell’apertura di credito e ai prestiti. Il che spiega perché, prima di concedere a qualcuno la possibilità di utilizzareuna carta di credito, la banca operi alcune verifiche volte ad evidenziare la presenza di garanzie e requisiti specifici.